Francavilla al Mare. La sedicesima edizione del Premio culturale MuMi, fondato e presieduto dal compositore francavillese Davide Cavuti vedrà protagonista uno dei più grandi attori italiani Riccardo Scamarcio. La serata si terrà il 25 agosto alle ore 22 presso la Piazza del Convento Michetti di Francavilla al Mare (ingresso libero) e rientra nel cartellone della settima edizione di “Al Cenacolo dei Sapori”. La manifestazione è organizzata grazie al sostegno del Comune di Francavilla al Mare, in collaborazione con la Stagione dei Concerti e del Teatro F.P. Michetti ed è prodotta da “MuTeArt”. L’annuncio è stato dato dall’Ufficio di Presidenza del Premio che nel corso degli anni è stato assegnato a grandi personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo quali Ugo Pagliai, Gabriele Cirilli, Arnoldo Foà, Grazia Di Michele, Paola Gassman, Giorgio Albertazzi, Edoardo Siravo, Dacia Maraini, Ambra Angiolini, Michele Placido e ha coinvolto associazioni che operano in favore dei più deboli quali l’Arda, l’Ail, Amico, Unicef, Fondazione Il Cireneo, etc.
“Ospitare un grande personaggio della cultura e del cinema italiano come Riccardo Scamarcio è motivo di orgoglio per la nostra collettività – ha commentato il presidente Davide Cavuti – Francavilla oltre allo straordinario cenacolo culturale al tempo di Michetti e alla sua allegra brigata di amici artisti, è anche una città di cinema e auspico che questa sua naturale vocazione, testimoniata dagli illustri figli di questa terra come Alessandro Cicognini ed Ettore Montanaro, possa accrescersi sempre di più. Ringrazio Riccardo Scamarcio di aver accettato il mio invito, a lui mi lega l’esordio come compositore di cinema per il film “Il grande sogno” di Michele Placido del 2009 e una serata prodotta dal Teatro di Roma con Giorgio Albertazzi e Michele Placido in favore dei terremotati dell’Aquila”.
Durante la serata, che sarà condotta dalla giornalista Mila Cantagallo, si esibirà l’Ensemble Napoli in Jazz e saranno protagoniste le associazioni che operano nel sociale e verrà dato un riconoscimento speciale al Progetto “Gruppo di Lavoro Nazionale per il Bambino Migrante della Società Italiana di Pediatria”.
<< Per tutti noi del Gruppo di Lavoro Nazionale per il Bambino Migrante della Società Italiana di Pediatria è stato un onore il solo essere stati proposti per il Premio Culturale MUMI. Riceverlo alla sua XVI edizione, nella sezione dedicata ad “Associazioni-Enti per la solidarietà”, ci riempie di sincera gioia, ha commentato Simona La Placa, Segretario del GLNBM SIP – Gruppo di Lavoro Nazionale per il Bambino Migrante della Società Italiana di Pediatria.
Il premio,- continua La Placa – infatti, giunge a conferma dell’impegno profuso nel corso degli anni a tutela e per la promozione della salute complessiva dei bambini e adolescenti migranti. Ci tengo a sottolineare come tutto ciò sia stato possibile grazie ad un vero e proprio lavoro di squadra all’interno del gruppo e della Sip e altrettanto lavoro di rete sui territori a livello nazionale e non solo>> .
“Il Premio Culturale MuMi è un’iniziativa ormai giunta alla sedicesima edizione con uno scopo molto importante – commenta il sindaco Antonio Luciani – che negli anni ha coniugato fattivamente la cultura con la solidarietà vista la raccolta di fondi da parte degli organizzatori che viene donata a favore di una associazione che si occupa dei più deboli. Nel corso delle passate edizioni molti sono stati i premiati illustri – continua il sindaco – come Ugo Pagliai, Michele Placido, Arnoldo Foà, Dacia Maraini, Ambra Angiolini e l’amministrazione comunale sostiene da sempre questa iniziativa per il suo alto valore morale e per il messaggio che veicola al numeroso pubblico che ogni anno vi partecipa”.
Il “Premio Culturale MuMi” sarà preceduto da un appuntamento emozionante, il Concerto “Luna d’Estate”, con la direzione artistica del Maestro Davide Cavuti, che si terrà alle ore 21 a Piazza di Porta Ripa a Francavilla al Mare ed eseguito dall’“Orchestra Adriana Lecouvreur” diretta dal maestro Ernani Catena, che accompagnerà i solisti Mariarita D’Orazio (soprano) e Nunzio Fazzini (tenore) nella esecuzione delle romanze di Francesco Paolo Tosti. Si apre una nuova pagina interpretativa delle romanze tostiane di assoluto interesse musicale: saranno eseguite alcune delle pagine più emozionanti composte dal compositore abruzzese, le romanze che dimostrano il suo amore grande per Francavilla, scritte durante le sue lunghe permanenze al Convento Michetti, nel “cenacolo michettiano”, tra le quali Ideale, Il pescatore canta (vecchia canzone di strada dedicata al figlio di Jorio), Luna d’estate (composta nel settembre del 1911 su testo di Riccardo Mazzola con cui il compositore collaborò per altri lavori), da cui prende il nome il Concerto, Si nascengiate te putesseda (tratto dal repertorio dei canti popolari abruzzese). “Un amore verso la città di Francavilla sottolineato anche dalla canzone del famoso repertorio napoletano “Comme va?” del 1893 con la dedica sul manoscritto “a ricordo della città di Francavilla”.