Francavilla al Mare. Un appuntamento emozionante, prodotto dalla rassegna “Al Cenacolo dei Sapori” – settima edizione – è rappresentata dal Concerto “Luna d’Estate”, con la direzione artistica del Maestro Davide Cavuti, che si terrà domenica 25 agosto alle ore 21 a Piazza di Porta Ripa a Francavilla al Mare ed eseguito dall’“Orchestra Adriana Lecouvreur” diretta dal maestro Ernani Catena, che accompagnerà i solisti Mariarita D’Orazio (soprano) e Nunzio Fazzini (tenore) nella esecuzione delle romanze di Francesco Paolo Tosti. Si apre una nuova pagina interpretativa delle romanze tostiane di assoluto interesse musicale: saranno eseguite alcune delle pagine più emozionanti composte dal compositore abruzzese, le romanze che dimostrano il suo amore grande per Francavilla, scritte durante le sue lunghe permanenze al Convento Michetti, nel “cenacolo michettiano”, tra le quali Ideale, Il pescatore canta (vecchia canzone di strada dedicata al figlio di Jorio), Luna d’estate (composta nel settembre del 1911 su testo di Riccardo Mazzola con cui il compositore collaborò per altri lavori), da cui prende il nome il Concerto, Si nascengiate te putesseda (tratto dal repertorio dei canti popolari abruzzese).
“Un amore verso la città di Francavilla sottolineato anche dalla canzone del famoso repertorio napoletano “Comme va?” del 1893 con la dedica sul manoscritto “a ricordo della città di Francavilla”.
<< Le romanze saranno eseguite con arrangiamenti originali del direttore Ernani Catena impreziositi da una compagine orchestrale composta da venti elementi, in anteprima nazionale, e con un commento corale che riempie di preziosità armoniche le splendide melodie tostiane”>> ha commentato il direttore artistico Davide Cavuti.

Nel programma del concerto vi sono le notissime ‘A vucchella, Marechiare, Chitarrata abruzzese (dedicata all’amico Enrico Caruso), Malìa, Penso (melodia popolare composta nel 1880), Per morire, Sogno, Ancora e alcuni pezzi inediti del direttore d’orchestra, tra le quali Napoli in onore della grande nobile città della cultura musicale nel mondo di allora e di oggi.
Le scelte di queste romanze tostiane riavvicinano e sanciscono i forti legami della città di Francavilla al Mare con la Belle Epoque di allora, il ruolo fondamentale che ebbe nello sviluppo della cultura in Italia con la presenza costante di illustri personaggi come Gabriele D’Annunzio, Eleonora Duse, Salvatore di Giacomo, Carmelo Errico (pianista avvocato stabilitosi stabilmente a Francavilla dove morì nel 1892), Matilde Serao, Enrico Caruso, e tanti altri.
<<Quindi la città di Francavilla riacquista il suo ruolo fondamentale nella vita del musicista F. P. Tosti, fonte ispiratrice di molte sue composizioni: Il suomare, il sole, la spiaggia, la collina, il Convento Michetti, l’aria salubre, le amicizie, la bella vita e le passioni amorose>>, ha commentato il direttore Ernani Catena.