Francavilla al Mare. Si terrà stasera, venerdì 24 maggio, alle ore 21, l’appuntamento con l’ultimo “progetto speciale” del Teatro Sirena dedicato a “Francavilla e i suoi personaggi” parte integrante della stagione artistica, diretta dal maestro Davide Cavuti.
A cento anni dall’Impresa fiumana, Milo Vallone e Franca Minnucci hanno dato vita ad un recital/concerto sul grande evento storico che ha visto protagonista il poeta soldato Gabriele D’Annunzio, realizzando per questa occasione un recital/concerto con letture di raro ascolto accompagnate da brani musicali originali con la voce cantate di Libera Candida D’Aurelio e con Fabio D’Onofrio al pianoforte.
Verrà eseguito e cantato, tra gli altri, un brano di rarissima esecuzione “Fuori i Barbari” di Mario Castelnuovo Tedesco, un inno scritto nel 1915 e che d’Annunzio con insistenza chiede nelle lettere alla pianista e sua amante Luisa Baccara, di voler riascoltare dalla sua voce.
Uno spettacolo appassionante così come è stata l’impresa fiumana con brani pieni di passione e d’amore che danno la misura di un D’Annunzio al quale neppure i più grandi eventi politici, storici e pubblici bastano per placare i bisogni affettivi e sentimentali: e così la marcia di Ronchi viene raccontata come una qualsiasi gita fuori porta piuttosto che un’impresa difficile ed eroica.
Difatti al primo posto, per il Poeta restano sempre gli affetti, i sentimenti le emozioni…le donne. Tutto questo forse anche per smentire la retorica dannunziana, quella auto celebrativa, che racconta solo il parossismo delle sue imprese.
“D’Annunzio è stato un vero combattente – ha dichiarato l’autrice e interprete Franca Minnucci – un vero eroe che ha amato la patria con dedizione, con grande senso di sacrificio, con un’energia più vera di quella che egli stesso ha saputo e forse voluto raccontarci”. È questo il clima che si respira in questo recital di grande intensità dedicato alla figura del Vate.