Francavilla al Mare. Dal 4 all’11 agosto nella classica location di Piazza Mediterraneo a Francavilla torna Buendia in festa, evento di autofinanziamento dell’associazione culturale Buendia. Un appuntamento fisso dell’estate francavillese ormai giunto alla 28° edizione e dedicato a Carlo Catena, socio fondatore e sindacalista CGIL.
Ambiente, pace e solidarietà le tematiche sulle quali è incentrata la manifestazione che come sempre offre musica dal vivo, mostre, dibattiti, momenti di riflessione e la possibilità di gustare piatti tipici preparati dal ristorante Ca.Sa. Dina.
La novità assoluta di quest’anno è l’introduzione per una serata di piatti, posate e bicchieri compostabili, primi a farlo in città, per invitare le persone a riflettere sulla necessità di ridurre la plastica; una pratica che Buendia spera possa diventare sempre più diffusa.
La festa si apre domenica 4 con la musica de “I Manta” e prosegue con i VM Electroacoustic band il 5 agosto. Martedì 6 letteratura, arte e diritti all’interno di “Arte Resistente” incontro a cura di Rita De Petra e Franca Panara con gli interventi del poeta Soumaila Diawara, il musicista Santino Spinelli, il costituzionalista prof. Enzo Di Salvatore e momento musicale de “I Gigli d’Abruzzo”. Si prosegue mercoledì 7 con la serata dedicata ai bambini e lo spettacolo di burattini “Segreti da rivelare”. L’8 sarà la volta dello spettacolo di danze dal mondo Oriental feeling a cura di Jolina Vittoria Iavicoli, il 9 serata rock&blues con i Quantum Leap e La Sbanda. Si chiude con l’atteso live dei 99 Cosse sabato 10 e lo spettacolo di poesia dialettale con Mara Seccia e accompagnamento musicale domenica 11 agosto.
In piazza sarà possibile visitare “Un salto in Abruzzo” mostra fotografica di Iole Albrizio, la mostra fotografica Progetto regionale di educazione ambientale 2018 a cura del CEA Buendia, e l’esposizione di opere degli artisti Mauro Vitale, Marilena Petrocco, Liberata Mizzoni, Enrico Zuanel, Cadica e collettivo Arte Resistente Atri. Tra gli stand saranno presenti la Bottega del Commercio Equo e Solidale “L’Isola di Amantani” e “Laboratorio politico Left” Chieti-Pescara.