Chieti. Prosegue la stagione concertistica del teatro Marrucino, promossa in collaborazione con l’associazione ArtEnsemble, presieduta da Giuliano Mazzoccante. Appuntamento a domani, domenica 10 febbraio alle 18, per il concerto La tromba nel Barocco, con l’orchestra d’archi Orizzonti Musicali e Giuseppe Orsini solista. Dirige il maestro Silvio Di Paolo.

A fine concerto Slow Food Chieti servirà il vino dell’azienda agricola Costantini Atonio, di Città Sant’Angelo (degustazione gratuita).
Info botteghino: 0871/330470. Biglietti 14, 10, 8 euro, disponibili anche online su www.ciaotickets.com/evento/tromba-del-barocco

“Orsini, di origini abruzzesi e ormai stabilizzatosi a Roma – spiega Giuliano Mazzoccante – è uno dei più grandi trombettisti italiani, primo flicorno solista della banda della Guardia di Finanza. Torna a Chieti pronto ad inondare, con la sua meravigliosa musica, il nostro teatro. Orsini è davvero capace di un suono sopraffine e dolce, graffiante quando necessario, ricco di colori musicali unici. Si esibirà al fianco di un’orchestra d’archi elegantissima”.

Considerato dalla critica nazionale e internazionale come uno dei migliori trombettisti contemporanei, Giuseppe Orsini inizia a studiare musica da bambino. Nel 1986 si diploma in Tromba al conservatorio d’Annunzio di Pescara, nella classe del maestro Mauro Berti. Perfeziona i suoi studi in Italia e all’estero e nel 1988 vince l’audizione come Tromba di fila nell’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma dove rimane fino al 1992. Ha collaborato con varie orchestre tra cui quella della Rai di Roma, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma e l’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino. Dal 1992 ricopre il ruolo di 1° flicorno sopranino in Mib nella Banda Musicale della Guardia di Finanza di Roma. Attualmente svolge un’intensa attività concertistica in Italia e all’estero sia in duo organo e tromba, sia in collaborazione con varie formazioni musicali, tra cui l’Orchestra Filarmonica di Vicenza, I Solisti Veneti e l’Orchestra Duchi D’Acquaviva di Atri, prevalentemente come solista al trombino nel repertorio barocco.

Abruzzese anche l’orchestra d’archi Orizzonti Musicali, nata nel 2012 dall’omonima associazione, con la volontà di creare una realtà musicale nuova e professionale. Negli anni ha ampliato il repertorio e perfezionato l’intenzione interpretativa grazie all’esperienza maturata a livello nazionale e alla collaborazione con illustri solisti e direttori quali Orsini stesso, Ottaviani, Chiavetta, Pierobon, De Sena, Pinto, Caracristi, Fontana, Sicoli, van Rijen, Veleno. Ha partecipato a numerose stagioni concertistiche tra le quali Estate Musicale Frentana, I Concerti del Liceo Musicale di Pescara, Muntagninjazz, I Concerti del Conservatorio di Pescara, Camerata Sulmonese, Abruzzo Music Festival, Mellianum Music Festival. Questi i membri: Anton Bianco, Benedetto Libbi, Elenio Javanmardi (violini I), Angelo Di Ianni, Marianna Pepe, Elena Lib (violini II), Marianna Bernardone, Danae Saraceni (viole), Akita Thano (violoncello), Gregory Coniglio (contrabbasso) e Stefania Di Giuseppe (clavicembalo).

In programma:
Pachelbel Canone e Giga in Re Maggiore, P. 37
Geminiani Concerto Grosso in re minore, H. 143 “La Folia”
Bach Suite per orchestra n.3 in Re Maggiore, BWV 1068 – II. Aria
Tartini Concerto per tromba e archi in Re Maggiore
Mozart Adagio e fuga in do minore, K. 546
Holst Brook Green Suite, H. 190
Jenkins Concerto Grosso “Palladio” – I. Allegretto
Telemann Sonata per tromba e archi in Re Maggiore, TWV 44:1