Chieti. Ufficializzato il programma dell’undicesima edizione della Festa dei Popoliche si terrà domenica 19 maggio alla Villa Comunale di Chieti. L’evento, che è organizzato dalla Caritas Diocesana Chieti-Vasto con la direzione di don Luca Corazzari e il coordinamento della dott.ssa Stefania Menna, inizierà alle 10.00 del mattino e proseguirà fino alla sera.
I paesi partecipanti quest’anno all’iniziativa che ha la finalità di sensibilizzare le persone all’integrazione in un’ottica di fraternità attraverso la conoscenza e la condivisione di culture diverse, sonoPerù, Colombia, Marocco, Senegal, Repubblica Domenicana, Ucraina, Venezuela, Giappone, Albania, Filippine, India e Bolivia.

Questo il programma dettagliato:

Ore 10:00 LA FRATERNITA’ NEL MONDO. Saluti delle autorità e apertura delle botteghe degli artigiani

Ore 10:15-11:00 Premiazione del concorso scolastico sull’affido familiare. Sesta edizione

Ore 11:00-15:00 CANTI E BALLI IN PIAZZA. Viaggio musicale con gli artigiani della fraternità:
1) Il soprano Maria Chiara Papale dall’associazione culturale musicale Arabonah. 11:00-11:15
2) Ballo tradizionale dalla Bolivia h. 11:15-11:30
3) Music ItikItik. Danza tradizionale Filippina h. 11:30-12:00
4) Capoeira h. 12:00-12:30
5) I Gigli d’Abruzzo h.12:30-13:00
6) Concerto Seminario di Musica Romanì con Alexian Santino Spinelli h.13:30-15:00

Ore 13:00-15:00 LA GASTRONOMIA DELLE BOTTEGHE: la grande tavolata degli artigiani

Ore 15:00-16:30 ALLA SCOPERTA DEGLI ARTIGIANI: visita delle botteghe attraverso laboratori interculturali per grandi e piccini *

Ore 15:30-16:30 TAVOLA ROTONDA. Noi siamo gli altri: riflessioni sul documento cattolico-islamico sulla fratellanza umana con S.Ecc.Mons. Bruno Forte e Fra Giulio Cesareo.
A cura dei ragazzi del Festival del Creato.
Moderatore: Simone D’Alessandro.
Presso l’aula magna del seminario regionale

7) Danze peruviane, associazione “Viva el Perù” da Firenze h.16:30-17:00

Ore 16:30-17:00 FRATERNITA’ IN ASCOLTO: Preghiera interreligiosa con S.Ecc.Mons. Bruno Forte e i rappresentanti delle principali comunità religiose della diocesi

Ore 17:00-22:00 CANTI E BALLI IN PIAZZA. E continua il viaggio musicale con gli artigiani della fraternità
8) Valeria Vespaziani e la danza Indiana h.17:00-17:30
9) Seminando folklore a cura di Tia Yin e l’associazione Bohio 123 dalla Repubblica Domenicana h. 17:30-18:00
10) All’ombra del Baobab: ritmi, danze e suggestioni del west Africa h.18:00-18:30
11) Danza Orientale, Folklore egiziano, giapponese e danze Bollywood a cura di Mariana Dan h.18:30-19:00
12) Gruppo musicale Son Caribe dai Caraibi h.19:00-19:30
13) I lupi della Maiella h.20:30-21:30

*LABORATORI

– Laboratori creativi, artistici, musicoterapia e arteterapia a cura dell’associazione ApsTheaRte
– PensaEuropaa cura del C.S.V.
– Scuola dell’infanzia: Coloriamo il mondo
Scuola primaria: Teatro in valigia
Scuola secondaria primo grado: Favole e leggende da terre lontane
A cura dell’Istituto comprensivo statale n. 2 Chieti

– Raccontiamo l’intercultura a scuola a cura dell’Istituto comprensivo statale n. 4 Chieti
– Creare consapevolmente a cura dell’istituto d’arteNicola Da Guardiagrele di Chieti
– Laboratorio di meditazione (dalla bottega dell’India)
– Dimostrazione danza indiana (dalla bottega dell’India)
– Lana e colori d’Abruzzo (Associazione Camminando Insieme)
– Giocoleria (Trampolieri)
– Pittura e Disegno (Associazione musicale culturale Arabona)
– Creando riutilizzando (Associazione Tutti insieme si può)
– Laboratorio di Origami (dalla bottega del Giappone)
– Vestizione yukata (del kimono giapponese) (dalla bottega del Giappone)
– rattamenti Shiatsu (dalla bottega del Giappone)
– Shodo (calligrafia giapponese) (dalla bottega del Giappone)
– “Sasso, carta, forbici” (dalla bottega della Colombia)
– La lavorazione del cacao (dalla bottega della Repubblica Domenicana)
– Tatuaggi, Argan, sapone nero, Profumi arabi, donna berbera, artigianato (dalla bottega del Marocco)
– Impariamo la Scrittura araba (dalla bottega del Marocco)
– Prepariamo lo yogurt albanese (dalla bottega dell’Albania)
– Impariamo a salutarci in Spagnolo(dalla bottega della Bolivia)
– Laboratorio (dalla bottega del Burundi)
– Treccine senegalesi (dalla bottega del Senegal-A.L.I.S.)
– Percussioni Africane (dalla bottega del Senegal- Baobab)
– Danze africane (dalla bottega del Senegal-Baobab)
– Clawnterapia(Associazione la compagnia del sorriso)
– Laboratorio di danza del ventrecon lamaestra di danza del ventre Mariana Dan
– Laboratorio di aromaterapia con DonatellaTerrieri

La giornata interamente dedicata al multiculturalismo si svolgerà dalle 10.00 del mattino fino alle 22.00 di sera. L’iniziativa che è a ingresso gratuito concederà, come di consueto, la possibilità di avvicinarsi attraverso le tradizioni, la cucina e la musica, alle culture di tutto il mondo.
Si inizierà al mattino con i saluti delle autorità e l’apertura delle botteghe degli artigiani.A seguire canti e balli, laboratori interculturali per grandi e piccini e momenti di confronto. Nel pomeriggio, alle 15.30, ci sarà l’interessante tavola rotonda, curata dai ragazzi del Festival del Creato,dal titolo “Noi siamo negli altri. Riflessioni sul documento cattolico- islamico sulla fratellanza umana per la pace mondiale e la convivenza comune” che vedrà la partecipazione di Mons. Bruno Forte, arcivescovo di Chieti-Vasto, e di Fra Giulio Cesareo. A seguire, alle 16.30, la preghiera interreligiosa con Mons. Forte e i rappresentanti delle diverse comunità.
La festa si concluderà con un affascinante viaggio musicale portato in scena dagli artigiani della fraternità.
Daranno il loro contributo come volontari i ragazzi della casa circondariale di Chieti diretta dal dott.Franco Pettinelli.
Molte novità e moltissime sorprese durante la giornata. La Caritas Diocesana invita tutti a partecipare.