Chieti. I Brennero 66 saranno per la prima volta in concerto allo Stammtisch Tavern di Chieti Scalo il 25 aprile (inizio ore 21.30).

Una delle migliori Official Tribute Band dei Pooh farà vivere una serata indimenticabile ai tanti fan del gruppo che ha segnato la storia della musica italiana.

I Brennero 66 nascono a Roma nel 2010.
Questo nome particolare, ancora oggi, ricorda al gruppo la faccia del maestro Roby Facchinetti quando glielo presentarono per la prima volta al teatro Lyric di Assisi e lui disse “… Questo nome speciale che a noi Pooh ha portato tanta fortuna” e loro pensarono “Beh, speriamo anche a noi …”.
E così fu …
Quando nel 2013 concorsero alla selezione per poter prender parte al doppio cd prodotto da Red Canzian “Pooh Tribute Band Project”, furono scelti e parteciparono alla registrazione dello stesso con la canzone “La mia donna”.
In seguito a questo ottennero il riconoscimento di “Official Tribute Band Pooh”.
Tutti chiedono il motivo per cui hanno adottato il nome Brennero 66 … semplice la risposta: fra tutte le Tribute Band di ogni gruppo o cantante si usa mettere come nome il titolo di un brano dello stesso ed è stato scelto questo sia per la particolarità della sua storia, in quanto venne censurato nel 1967, e sia perché già tutti gli altri gruppi avevano scelto i titoli dei brani più conosciuti, inoltre suonava bene, originale e importante.
E continua a suonare molto bene e a portare molta fortuna alla band …
Questa canzone “Brennero 66” (dall’album d’esordio “Per quelli come noi”) vinse il Festival delle Rose, ma fu censurata da Radio Rai che impose un titolo diverso per il festival (“Le campane del silenzio”) e la cancellazione dal testo della frase “T’hanno ammazzato quasi per gioco”.
Il brano è ispirato a un fatto reale di cronaca, gli attentati in Alto Adige contro i militari della Guardia di Finanza e l’uccisione di un finanziere.
I Pooh puntavano l’attenzione sui ragazzi del profondo sud mandati a fare il servizio di leva nel lontano nord dove rischiavano di morire senza nemmeno capirne la ragione.
Negli Stati Uniti Bob Dylan cantava la protesta contro la società e il Vietnam, nello stesso periodo i Pooh vollero raccontare una “guerra” di casa nostra: con “Brennero 66” ruppero la tradizione italiana dei testi sui conflitti generazionali, incidendo la prima canzone che parlava di fatti reali e di stretta attualità.
I Pooh nel 2016 hanno festeggiato i cinquant’anni di carriera e hanno deciso di scendere definitivamente da quel palco che li ha portati in giro in lungo e largo per il mondo.
I Brennero 66 hanno pensato di non far fermare la loro musica, ma di farla continuare al meglio per regalare a tutti i fan ancora un piccolo sogno.
In un recente post sulla sua pagina facebook ufficiale, Roby Facchinetti ha ringraziato i Brennero 66 come “… autentici ambasciatori della musica dei Pooh per passione, capacità e professionalità”.

Così i Brennero 66 presentano la serata evento allo Stammtisch Tavern che si preannuncia veramente speciale:

“Siamo ben lieti di poter suonare a Chieti in questo meraviglioso locale, lo Stammtisch Tavern, del quale abbiamo letto delle stupende recensioni. Sarà una serata calda di emozioni e voglia di suonare la musica dei nostri mitici Pooh: più di due ore di concerto con i successi di questo gruppo che ha fatto la storia della musica italiana. Cercheremo di portare cinquant’anni in due ore: difficile, ma siamo sicuri di riuscirci e di farvi cantare insieme a noi. Vi aspettiamo numerosi e pieni di grinta come lo siamo noi”.

La line-up dei Brennero 66 comprende:

Fabrizio Di Marco (tastiere e voce), Antonio De Virgilio (batteria e voce), Mauro Pulvirenti (chitarre e voce), Andrea Pintucci (basso e voce).

Brennero 66 in concerto allo Stammtisch Tavern (Viale Unità d’Italia, 645 Chieti Scalo)
25 aprile 2019
Info e prenotazioni: 351.8212006 (anche whatsapp)